Salone del Mobile di Milano: una selezione delle novità presentate

0 Shares
0
0
0
0
0
0

Il Salone Internazionale del Mobile di Milano, tenutosi il mese scorso, ha lasciato tante novità tutte da scoprire. All’insegna dell‘innovazione, della tecnologia e della sostenibilità in questo articolo vediamo insieme alcune tra le proposte più interessanti.

selezione delle novità

Il marmo di Patricia Urquiola

È direttamente dall’alta sartoria del marmo, come si definisce l’azienda Budri, che l’archittetto e designer Patricia Urquiola ricava la sua nuova collezione di arredi in marmo, Geodies. A risaltare e rendere unica la collezione è l’incastro perfetto tra marmo e pietre preziose. A mescolarsi infatti alle lastre del marmo pregiato e al vetro resina sono geodi, lapislazzuli, quarzi, fluoriti e diaspro. Un gioco di contrasto quello dell’artista che unisce l’artificialità dell’uomo alla naturalezza delle pietre.

Lanterne giapponesi

Difficile per un artista staccarsi dalle tradizioni, meglio quindi creare dei connubi suggestivi e unici. È il caso della collezione Hono del Mandalaki Studio: lampade Luceplan che sono l’unione delle tradizionali lanterne giapponesi con la nuova lampada a terrà Koinè. Ciò che il designer Enrico De Lotto ha voluto richiamare con questa creazione è il mescolarsi dell’essenziale e del minimal con la tecnologia. Il design infatti appare pulito, lineare nelle sue declinazioni: lampada da terra, da tavolo o da soffitto. Il materiale in cui è composto il diffusore, carta 100% cotone, permette il diffondersi di un’atmosfera rilassante e calma.

Minimalismo giapponese

Sempre dalle sponde orientali del Giappone sono arrivati al Salone del Mobile Internazionale i mobili in legno Karimoku, ideati da Keiji Ashizawa e Norm Architects. L’ambiente è stato studiato pensando al concetto giapponese di “engawa”, lo spazio che nell’architettura giapponese collega l’interno con il giardino dell’abitazione. In questo allestimento i mobili sono composti da tipologie diverse di legno che richiamano un materiale tipicamente usato nella tradizione giapponese. A fare poi da filo conduttore sono il minimalismo degli arredi, il contrasto naturale dei materiali e la palette cromatica scelta.

Mobili in vetro tra le novità del Salone del Mobile

Parlando sempre di arredi innovativi e unici, quest’anno al Salone del Mobile sono stati presentati i mobili in vetro di Michael Anastassiades, per Glas Italia. Riprendendo l’astrattismo geometrico il designer assembla pannelli di vetro in composizioni che creano tavolini, mensole e consolle per l’arredo interno. Giocando sulle geometrie semplici e pulite le creazioni appaiono rigorose e precise, con sovrapposizioni di vetro che creano trasparenza e opacità.

Leggi tutti gli articoli sul Salone del Mobile di Milano.

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like