Come gestire la biancheria nei B&B, dall’acquisto al lavaggio

0 Shares
0
0
0
0
0
0

Gestire la biancheria nei B&B è uno dei fattori più importanti per offrire un soggiorno di qualità agli ospiti. Ecco i consigli e i suggerimenti per farlo al meglio.

Gestire la biancheria nei B&B è un aspetto fondamentale per il successo dell’attività. Lenzuola, asciugamani e coperte sempre puliti e profumati sono essenziali per offrire agli ospiti un soggiorno confortevole e piacevole. In questo articolo, vedremo come gestire la biancheria nei B&B, dall’acquisto al lavaggio, con consigli pratici per ottimizzare i processi e garantire un servizio impeccabile.

Le dotazioni necessarie e gli errori da non fare

Gestire la biancheria in un B&B è forse l’aspetto più impegnativo e rappresenta una delle voci di spesa più corpose. Oltre all’acquisto iniziale e alle eventuali integrazioni e sostituzioni, bisogna prevedere un costo non indifferente per il lavaggio. Non sempre la scelta di ricorrere a un servizio di lavanderia risolve il problema, soprattutto se si hanno poche camere da gestire. 

Tra servizi minimi obbligatori1 su tutto il territorio italiano, rientrano la fornitura e il cambio della biancheria, compresa quella da bagno, due volte alla settimana e ad ogni cambio di cliente.

Questo presuppone un investimento non indifferente sia per la dotazione, che per i cambi e il relativo lavaggio. Per questo nella scelta della biancheria è essenziale non commettere alcuni errori, soprattutto in fase di acquisto. Puntate su set di biancheria semplici in robusto cotone, resistente ai numerosi lavaggi, da acquistare presso un fornitore specializzato per strutture ricettive.

biancheria nei B&B

Tra gli errori da evitare nel modo più assoluto, rientra il riciclo di vecchie lenzuola o asciugamani, o la scelta di biancheria colorata, che sbiadisce nel tempo in seguito ai lavaggi. Evitate anche, se possibile, di utilizzare piumini e copripiumini, costosi e difficili da gestire: meglio la classica trapunta.

La dotazione necessaria comprende:

Camera da letto:

  • Completo letto, uno per ogni letto matrimoniale o singolo presenti, compresi letti secondari (divani trasformabili, letti estraibili), composto da:
  • set Lenzuola, inferiore e superiore, più le federe, 4 pezzi
  • federe supplementari, 4 pezzi
  • coprimaterasso, 2 pezzi
  • trapunta invernale, 2 pezzi
  • coperta primavera-autunno, 2 pezzi
  • Copriletto, 2 pezzi
  • le dotazioni di cui abbiamo parlato in questo articolo su come arredare le camere da letto in un B&B.

Bagno:

  • Set asciugamani composto da telo doccia, asciugamano viso e asciugamano ospite, 6 pezzi
  • Tappetino scendidoccia, 3 pezzi

Biancheria nei B&B, cambi e lavaggio

Come abbiamo accennato sopra, la biancheria nei B&B va cambiata ad ogni arrivo e partenza degli ospiti, e nel caso di soggiorni lunghi, due volte a settimana.

Proprio il lavaggio diventa un fattore cruciale, sia per i tempi che per l’organizzazione. I set letto e bagno sono gli elementi che più di altri devono sopportare lavaggi frequenti, dunque la qualità dei tessuti è essenziale. Per questo il nostro consiglio è quello di puntare su cotone di buona qualità, rigorosamente bianco. In questo modo la vostra biancheria durerà più a lungo e non dovrete separare i pezzi secondo i colori ad ogni lavaggio. 

Prestate molta attenzione ad eventuali macchie e agli aloni che spesso restano sulle federe. Smacchiate con prodotti non aggressivi ed evitate candeggianti che tendono a rendere fragili e a ingiallire i tessuti. 

Le trapunte, le coperte e i copriletti richiedono una minore frequenza nei lavaggi, generalmente a fine stagione. Ad ogni modo, assicuratevi sempre che siano in buone condizioni ad ogni cambio ospiti.

Conservate la biancheria in un armadio pulito e profumato, in un ambiente asciutto e ben ventilato, separata per tipo, cosi da reperire rapidamente il necessario per il cambio.

Note

1. Anche se non esiste una normativa relativa alla gestione dei B&B a livello nazionale, ogni regione disciplina la materia attraverso propri regolamenti, che si rifanno alla Legge 17.05.1983 n. 217, o ”Legge quadro per il turismo e interventi per il potenziamento e la qualificazione dell’offerta turistica”.

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like