Tubes, caloriferi e scaldasalviette come opere d’arte

2 Shares
1
0
1

Tubes, azienda italiana specializzata nella produzione di caloriferi e scaldasalviette, ha presentato le novità 2022 alla Milan Design Week, e stupisce come di consueto.

caloriferi e scaldasalviette
Scaldasalviette Scaletta di Tubes. Location InsideLookingOut, ViaSolferino, Milano. PH Federico Marin

Caloriferi e scaldasalviette come opere d’arte. Sono quelli realizzati da Tubes, azienda italiana fondata nel 1992 a Resana, in provincia di Treviso. Seguendo la sua vocazione all’innovazione e al design, Tubes ha rivoluzionato il mondo dei caloriferi. Da oggetti puramente funzionali, spesso privi di ogni attrattiva estetica, i radiatori si sono trasformati in oggetti di arredo. La svolta per Tubes arriva con la collezione Elements del 2004, realizzata sotto la direzione artistica di Ludovica+Roberto Palomba. Fanno parte della collezione, caratterizzata da una forte valenza scultorea, caloriferi e radiatori ormai entrati nell’Olimpo delle collezioni di design. Un passo ulteriore arriva nel 2018 con la collezione Plug&Play, che ha contribuito a rivoluzionare il concetto di riscaldamento. Caloriferi e scaldasalviette smart ad alimentazione elettrica trasportabili e multifunzione come Scaletta di Elisa Giovannoni o Astro di Luca Nichetto.

Le icone del design del catalogo Tubes

Nello stand al Salone Internazionale del Mobile, curato da Ludovica+Roberto Palomba, e nell’esposizione “INSIDE LOOKING OUT” nel Brera Design District erano presenti, oltre alle novità, alcune delle icone del design che hanno fatto la storia di Tubes.

caloriferi e scaldasalviette
calorifero add-On di Tubes, PH.Beppe Brancato ADstudioMILO

Cominciamo da add-On del 2004, design Satyendra Pakhalé, un sistema modulare basato su un elemento base da 12×24 cm. I moduli si possono aggiungere su tutti i lati, così da poter assemblare un radiatore pressoché infinito. Vincitore del Red Dot Design Award 2008, fa parte della collezione permanente del Centre Pompidou di Parigi ed è stato scelto in diversi prestigiosi contesti espositivi. Nello stesso anno esce la collezione Square, design Ludovica+Roberto Palomba. Costituita da elementi caratterizzati da forme geometriche semplici, si può comporre come un dipinto di Mondrian o di Kandinskij. Il look minimalista è assicurato dallo spessore di soli 28 mm e dalla superficie piana della piastra, declinata in tutti i colori della gamma Tubes. Square si è aggiudicato il riconoscimento Red Dot 2007 nella categoria “Product Design”. Nel 2012 arriva la linea Trame, disegnata da Stefano Giovannoni. La piastra presenta un intreccio tridimensionale di tubolari di acciaio che ricordano un morbido tessuto fatto di fili colorati.

I nuovi caloriferi e scaldasalviette presentati alla MDW 2022

Novità assoluta e prodotto faro dell’esposizione in questa edizione della MDW, è la collezione I Ching disegnata da Elisa Ossino. Si tratta di uno scaldasalviette che deriva da un lavoro di estrema semplificazione formale. Una caratteristica che nulla toglie alla funzionalità e all’efficienza, aggiungendo all’ambiente un elevata valenza estetica. Giunti invisibili, finiture curatissime, e la possibilità di comporre infinite configurazioni, a partire dagli esagrammi del libro I Ching.

Questa collezione sintetizza tutti i valori di Tubes, dall’innovazione estetica e formale all’attenzione ossessiva per i dettagli, dalla libertà progettuale alla personalizzazione estrema. Presentate poi nuove versioni di alcune collezioni storiche di Tubes, come Milano Horizontal di Antonia Astori e Nicola De Ponti, Rift/Reverse di Ludovica + Roberto Palomba with Matteo Fiorini, che propone una versione orizzontale con la doppia funzione riscaldante e mensola, e Soho/electrical di Ludovica + Roberto Palomba.

Caloriferi e scaldasalviette Tubes, innovativi ed efficienti

Tubes rivoluziona il classico design di caloriferi e scaldasalviette, ma introduce anche notevoli innovazioni tecniche. Del resto, i due fattori sono fortemente collegati e vanno di pari passo. L’innovazione tecnica che da il via alla rivoluzione parte dall’intuizione di liberare il corpo scaldante dalla posizione delle valvole. Si tratta delle valvole a collegamento remoto (GVR) che consentono di collocare il radiatore fino a 6 metri dalle colonne dell’impianto. Questo fattore ha conferito un’inedita versatilità di posizionamento dei caloriferi e scaldasalviette Tubes, incrementata con l’arrivo dei modelli ad alimentazione elettrica. L’ultima innovazione introdotta da Tubes riguarda l’introduzione dei collegamenti smart wireless e bluetooth per gestire la temperatura, l’accensione e lo spegnimento dei modelli elettrici.

2 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like