Come scegliere la mini cucina perfetta per ogni esigenza

0 Shares
0
0
0
0
0
0

Come scegliere la mini cucina perfetta per ogni esigenza di spazio e funzionalità, orientandosi tra i diversi modelli offerti dal mercato.

mini cucina

Le mini cucine rappresentano una soluzione innovativa e pratica per spazi ridotti. Grazie alle loro dimensioni compatte, queste cucine si integrano perfettamente in qualsiasi ambiente, offrendo tutto il necessario per preparare e consumare i pasti in modo pratico e confortevole. Le mini cucine sono la scelta ideale per i monolocali, le case per le vacanze e i Bed and Breakfast. 

Vediamo come orientarsi tra i vari modelli offerti dal mercato, valutando le caratteristiche principali.

I modelli 

Esistono diversi modelli di mini cucine, che si differenziano per la configurazione, l’equipaggiamento e le finiture. I modelli più comuni sono:

  • mini cucina semplice: formata da uno o più elementi di base, che comprendono lavello e piano cottura, con l’aggiunta eventuale di mobili contenitori pensili;
  • mini cucina monoblocco: gli elementi sono raccordati da fianchi e schienale;
  • mini cucina a scomparsa: le mini cucine, sia semplici che monoblocco, possono essere nascoste alle vista con diversi tipi di schermo. Ampia scelta di soluzioni con le ante: a battente, scorrevoli, a libro o a scomparsa, con le ante che si inseriscono in un’intercapedine ai lati. 

Per quanto riguarda lo sviluppo in pianta, le mini cucine più comuni sono quelle di forma lineare, ma esistono anche configurazioni ad angolo o dotate di isola o penisola.

Le dimensioni

Partiamo dal fatto che la dimensione della mini cucina deve essere proporzionata allo spazio disponibile. Le mini cucine sono declinate in diverse dimensioni, da quelle più piccole, ideali per single o coppie, fino a modelli più grandi che possono ospitare anche un piccolo tavolo da pranzo a ribalta. Possono variare da una dimensione minima di 120cm fino a un massimo di 190-200cm per la larghezza. Per l’altezza, abbiamo misure fisse nelle cucine monoblocco, mentre i modelli semplici sono più flessibili, in quanto i moduli sono separati tra loro. Per quanto riguarda la profondità, si va dai canonici 60cm fino ad una dimensione maggiorata dallo spessore dello schienale.

L’equipaggiamento della mini cucina

Le mini cucine devono essere dotate di equipaggiamento minimo per garantirne la funzionalità nella preparazione dei pasti. Gli apparecchi di base comprendono frigorifero, lavello e piano cottura che consigliamo ad induzione, oltre alla cappa aspirante, che può essere free standing o integrata nel pensile. Nei modelli più spaziosi si possono inserire una mini lavastoviglie o un forno a microonde, magari con funzioni combinate. Prestate attenzione all’illuminazione, che deve essere integrata o montata sotto i pensili. Pratici e funzionali i profili LED sottopensile, che illuminano in modo adeguato il piano di lavoro.

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like