Un mix di minimalismo e tradizione a Barcellona

4 Shares
1
0
3

Un mix di minimalismo e tradizione catalana caratterizza finiture e decori di un appartamento a Barcellona, ristrutturato con cura in ogni minimo dettaglio.

minimalismo e tradizione

Ristrutturato con la massima attenzione in ogni dettaglio, questo appartamento, ubicato a pochi passi da Plaza Catalunya a Barcellona, è originale ed elegante. Inserito in un palazzo d’epoca, questo appartamento era in uno stato fatiscente. I progettisti hanno deciso di preservare alcuni elementi tradizionali, restaurandoli e riportandoli alla vita.

minimalismo e tradizione

I pavimenti in cementine, i serramenti con gli scuri in legno, le voltine con mattoni a vista, in stile catalano, acquistano un fascino particolare accostati ad un arredo minimalista. La superficie di 100 mq è stata quasi completamente riorganizzata per una maggiore funzionalità. Le finiture e le decorazioni sono un armonioso mix di minimalismo e tradizione catalana.

La redistribuzione degli spazi

La planimetria dell’appartamento presenta un andamento longitudinale, con le finestre disposte sui lati corti e attorno ad un cortiletto interno. Le stanze sono disposte in infilata lungo la parete longitudinale cieca, che è stata lasciata con i mattoni a vista.

Alla destra dell’ingresso, affacciato direttamente sulla zona dining, due larghe aperture ricavate nel muro danno accesso allo spazioso e luminoso living. Lo stratagemma consente di veicolare la luce dal soggiorno alla sala da pranzo con cucina a vista, che ricevono la luce naturale unicamente da due finestre affacciate sul cavedio.

La cucina a vista completamente bianca amplifica la percezione dello spazio e la luminosità. Dalla cucina si accede, attraverso un corridoio, direttamente alla zona notte, che occupa metà della superficie dell’appartamento.

minimalismo e tradizione

Una stanza per gli ospiti, dotata di armadi a muro, con bagno personale e finestra affacciata sul cortile interno, separa la zona giorno dalla camera padronale.

Quest’ultima presenta una soluzione inedita e ingegnosa che la integra con il dressing e la sala da bagno, sprovvisti di porte. Questo stratagemma ha permesso di far affluire la luce naturale nella camera, attraverso le finestre aperte nell’area dei servizi.

minimalismo e tradizione

Il dressing, celato da una tenda color senape, si apre sulla sala da bagno, ed è separato da essa tramite un basso muretto che alloggia il lavabo. Uo specchio In acciaio verniciato di nero è sospeso al disopra del lavabo tramite due zanche che corrono da una parete all’altra.

minimalismo e tradizione

Dietro la parete della testata si trova un secondo dressing molto più spazioso, collegato con la seconda camera da letto.

Finiture e decorazioni, un mix di minimalismo e tradizione catalana

Le finiture e le decorazioni selezionate per questo appartamento sono sicuramente audaci e rappresentano un efficace e armonioso mix di minimalismo e tradizione catalana.

minimalismo e tradizione

Pavimenti sono stati realizzati con un mix di cemento grigio e di mattonelle tradizionali in cemento recuperate e disposte al centro delle stanze, come tanti tappeti. Il soffitto è stato lasciato con le travi in acciao, rivestite in legno, e le volte in mattoni a vista, eccettuate le zone come la cucina, i dressing e i bagni che presentano ribassamenti in cartongesso. I muri sono essenzialmente bianchi, tranne alcune pareti lasciate con i mattoni a vista. Gli infissi originali della zona giorno sono stati restaurati, e lasciati con il legno al naturale, così da creare un accordo con il legno delle travi. L’arredamento, ridotto al minimo, è un mix di design scandinavo e vecchi mobili tradizionali, con qualche elemento di rottura, come il grande specchio barocco in soggiorno.

La cucina, con le ante laccate in bianco lucido, è divisa dalla zona pranzo da un bancone a doppia profondità, sormontato da un piano nero e attrezzato con sgabelli in plastica rossi.

La camera padronale è molto elegante, con richiami barocchi dati dalla parete della testiera, rivestita con una carta da parati verde e oro, e dai comodini bombati. Tutto ciò si stempera nel minimalismo del dressing e della sala da bagno adiacenti, coi pavimenti in cemento rosso e le pareti bianche.

Source

Leggi gli altri articoli della rubrica house tour.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la Kitchen Trends Guide 2020 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

4 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like