La ricetta dell’ossobuco alla milanese

1 Shares
0
0
1

L’ossobuco è uno dei piatti tipici della cucina milanese, ormai nota ovunque grazie al suo sapore unico e inconfondibile. L’appellativo della ricetta richiama la parola “ossbus”, ovverosia “osso bucato” in dialetto. Esso fa riferimento alla carne di cui ci si avvale: di vitello, tagliata a fette, con l’osso posto al centro della stessa. 

Ossobuco alla milanese

Un milanese doc non può definirsi tale se non sa prepararlo, ma anche chi si è trasferito a Milano per ragioni di vita o di lavoro, per essere davvero parte integrante della comunità meneghina, non può permettersi di non sapere come si realizza. Vediamo, dunque, nel dettaglio come si prepara questa ricetta.

Ossobuco alla milanese: quali sono i suoi ingredienti e come si prepara

Innanzitutto, prima di realizzare la ricetta in esame occorre reperire tutto il necessario per la preparazione del piatto. Per tale ragione, il primo passo da fare è recarsi in un supermercato al fine di acquistare tutti gli ingredienti necessari. 

In alternativa, specialmente se non si ha il tempo per andare fisicamente al supermercato, si possono consultare le diverse app dei supermercati presenti sugli store digitali dei propri smartphone, che consentono di fare la spesa online a Milano, come quella di Bennet, ad esempio, che permette ai clienti di scegliere se ritirare gratuitamente l’ordine in uno dei punti vendita o se riceverlo direttamente a casa in poco tempo. 

Ecco quali sono gli ingredienti necessari alla realizzazione della ricetta, in riferimento a 4 persone:

  • ossobuco di vitello (4 pezzi);
  • cipolle (circa 250 gr);
  • brodo di carne (500 gr);
  • burro (40 gr);
  • farina 00 (50 gr);
  • vino bianco (50 g);
  • olio l’oliva (50 gr);
  • sale;
  • pepe;
  • aglio (2 spicchi);
  • scorza di limone;
  • prezzemolo (un ciuffo).

A questo punto, reperiti gli ingredienti, si passa alla preparazione della ricetta. Realizzare il brodo di carne è il primo passaggio, importantissimo per la cottura della carne. Dopo di che si sbucciano e si tagliano le cipolle, da cuocere per cinque minuti all’interno di una padella con olio (25 gr), antecedentemente scaldato. E altri dieci aggiungendo il vino. Il tutto finché non diventano brune.

Quindi si prendono gli ossibuchi e, con delle forbici, si praticano tre incisioni sopra ognuno, così da prevenire arricciamenti durante la cottura. Essi dovranno poi essere cosparsi di un composto fatto di farina, sale e pepe, da entrambi i lati.

I 25 gr d’olio rimasti devono successivamente essere versati nella padella in cui sono state cotte le cipolle, con l’aggiunta di burro. Una volta che quest’ultimo si sarà sciolto, si adagiano al suo interno gli ossibuchi, da rosolare per circa 4 minuti, o comunque fino al formarsi di un’invitante crosticina.

Infine, si passa all’irrorare la carne con il vino rimasto e, una volta evaporato, all’aggiungere il brodo e le cipolle. Il tutto dovrà cuocere per 35 minuti circa, a fuoco relativamente basso, al cui termine la carne dovrà essere girata e lasciata cuocere per ulteriori 25 minuti. 

Durante l’attesa preparare la gremolada, un battuto composto di aglio, scorza di limone e prezzemolo, che, al termine della cottura, verrà cosparsa sopra agli ossibuchi. Terminato quest’ultimo processo, si potrà finalmente gustare il famoso ossobuco alla milanese.

1 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like