Il Nido di carta, una casa per libri e per persone nel cuore di Milano

0 Shares
0
0
0
0
0
0

In questo articolo vi porto a visitare una casa unica, che non vi lascerà indifferenti. Il Nido di carta è una casa da favola per libri e per persone.

libri

I libri, e la carta di cui sono fatti, hanno ispirato un progetto di ristrutturazione di grande impatto in una casa nel cuore di Milano. Il progetto si deve allo studio Icona Architetti Associati, ai quali i proprietari hanno affidato un sogno, quello di abitare in una casa confortevole che desse anche spazio alla considerevole collezione di libri. Un patrimonio bibliografico di alcune migliaia di esemplari cartacei da inserire in un appartamento fatto per abitarci, una sfida non da poco per i progettisti. Il rischio era quello di realizzare una biblioteca, tutto sommato. E invece, il risultato è un vero Nido di carta e rasenta la perfezione. 

Librerie protagoniste

Il soggiorno è il cuore dell’appartamento, si potrebbe dire. In realtà, tutto ruota attorno alle librerie, e le librerie ruotano per rivelare altri spazi. Ma andiamo con ordine: all’appartamento si accede da un ingresso che distribuisce gli accessi a cucina e soggiorno, due ampi varchi posti uno di fronte all’altro.

Ma la parete che delimita il soggiorno è in realtà una libreria a ponte. Subito a destra si trova la zona conversazione e tv, e di fronte, un’altra parete occupata da una libreria, con zona pranzo attigua. Le librerie, realizzate su misura e a tutt’altezza, sono bianche e semplici per dare risalto ai protagonisti dello spazio, i libri.

In realtà dietro la libreria si cela lo studio, come nelle ville rinascimentali, e vi si accede per via di meccanismi ingegnosi che svelano gli spazi poco a poco, li separano e li fondono secondo l’umore del momento.

Un angolo di lettura onirico, una specie di wunderkammer tappezzata di fogli di libri diversi che tuttavia compongono un racconto d’amore, si palesa nel passaggio a sinistra.

Da questo spazio, che in realtà è un disimpegno ben nascosto, si accede, attraverso una porta a bilico, alla zona notte.

Libri anche in cucina e nel bagno

La cucina, di fronte al soggiorno, si collega ad esso attraverso la grande apertura speculare, chiusa da una porta scorrevole all’occorrenza. Anche qui i libri trovano uno spazio privilegiato, nelle nicchie ricavate a parete, incorniciate come dipinti.

Nella camera padronale, la necessità di separare il letto dalla porta crea il pretesto per collocare un’altra libreria, ma a giorno per far passare la luce.

Non fa eccezione il bagno, dove una discreta pila di libri si posa sulla mensola accanto alla vasca da bagno free standing.

L’arredo è quasi tutto realizzato su misura, eccettuati alcuni mobili d’antiquariato anni Cinquanta, il tavolo da pranzo di Cattelan, anch’esso con piano in marmo su disegno.

Informazioni: iconaarchitetti 

Foto: Monica Spezia

Vista altre bellissime case nella rubrica House Tour

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like