Serramenti blindati, mini guida alla scelta

3 Shares
1
0
2

Scegliere i serramenti blindati per proteggere in modo efficace la propria abitazione può essere difficile. Ecco una mini guida alla scelta, con focus sulle porte blindate di ultima generazione.

Serramenti blindati

Sono ormai lontani i tempi in cui i serramenti blindati rappresentavano un problema dal punto di vista estetico. I serramenti, ma soprattutto le porte blindate di ultima generazione, coniugano la sicurezza all’estetica. Grazie all’innovazione tecnologica, oggi non dobbiamo più rinunciare ad uno stile armonioso e al design di qualità, un tempo sacrificati in nome della sicurezza. L’importante è scegliere prodotti di qualità, garantiti e certificati, che rispondano a determinati requisiti. Vediamo quali:

Tipologie dei sistemi antieffrazione

I serramenti blindati, assieme a inferriate, cancelli e recinzioni, costituiscono i cosiddetti sistemi antieffrazione passivi, contrapposti ai sistemi attivi come gli impianti di allarme e di videosorveglianza.

I sistemi passivi rappresentano un ostacolo meccanico ai tentativi di effrazione, e variano secondo le caratteristiche architettoniche dell’abitazione. In linea di massima, per ottenere un alto livello di sicurezza, questi dispositivi vanno installati in corrispondenza di ogni apertura verso l’esterno. Non basta montare una porta blindata di ultima generazione se poi si lasciano senza protezione finestre o lucernari. Che si tratti di un appartamento, di una mansarda, di un seminterrato o di una villa unifamiliare, tutte le vie d’accesso devono essere protette con serramenti, inferriate e recinzioni. I serramenti blindati comprendono le porte blindate, le persiane blindate e le tapparelle blindate. Considerate che anche la porta blindata più resistente, per essere efficace, deve essere dotata di una serratura di ottimo livello. La serratura con cilindro europeo di sicurezza è oggi considerata tra le più sicure, anche se il settore è in continua evoluzione.

Serramenti blindati, le certificazioni

Al momento della scelta, il primo parametro da verificare è quello della classe antieffrazione, che la normativa europea EN 1627-1630 fissa in una scala di valori da 1 a 6. Questi valori definiscono, in pratica, la resistenza del dispositivo all’effrazione.

Per le abitazioni private, i valori ideali sono quelli dal 3 al 4, mentre i valori più alti sono suggeriti per banche, gioiellerie, banche dati, archivi, zone militari.

Ma come vengono rilasciate le certificazioni dei prodotti in commercio? In pratica, un ente certificatore, classificato come tale dalla comunità europea, esegue determinate prove in laboratorio su un campione del prodotto. I manufatti vengono sottoposti a carichi statici e dinamici che simulano tentativi di effrazione di diversi livelli. Ogni elemento, dalle cerniere ai pannelli, dai battenti ai controtelai fino alle serrature, viene testato al fine di certificare la classe di resistenza del prodotto.

Serramenti blindati Sicilinfissi, qualità ed estetica

Oltre alla conformità ai requisiti sopra elencati, i serramenti blindati possono anche essere caratterizzati da un’elevata qualità estetica, come per esempio quelli realizzati da Sicilinfissi. L’azienda propone una gamma di soluzioni per mettere in sicurezza la propria abitazione, che si tratti di un appartamento o di una casa unifamiliare, tra grate, inferriate, persiane e porte blindate. Sicilinfissi realizza le migliori porte blindate a Palermo, apprezzate sia per la sicurezza che per l’estetica, con collezioni adatte ad ogni esigenza.

L’azienda lavora in sinergia con Dierre, marchio di eccellenza del made in Italy, per garantire sistemi e dispositivi di sicurezza di ultima generazione, affidabili e certificati. La collezione Wall Security è perfetta per ambienti dal gusto contemporaneo e dal mood minimalista, grazie al sistema rasomuro che rende invisibili le cerniere, mentre l’apertura a 180° aggiunge praticità e confort.

La collezione Elettra offre invece tutti i vantaggi di un sistema elettronico automatico e sofisticato, grazie al Keyless Sistem e al microchip integrato, che permette un controllo attivo degli ingressi attraverso un codice non clonabile.

Il catalogo dell’azienda offre tante altre collezioni di porte e soluzioni per mettere in sicurezza la casa, oltre a diverse possibilità di personalizzazione.

I servizi fondamentali della ditta produttrice

Questo passo è molto importante nel percorso di scelta dei serramenti blindati. Prima ancora di selezionare il prodotto, vale la pena di soffermarsi sui servizi offerti dalla ditta produttrice. Tra questi, risultano fondamentali i servizi di consulenza tecnica e di posa in opera. Perché non basta acquistare un prodotto super performante, quando la posa in opera non viene eseguita a regola d’arte e da personale di fiducia. Inoltre, verificate che le certificazioni di cui sopra siano rilasciate anche per la fase di montaggio. Infine, la presenza di un servizio di assistenza post vendita vi mette al riparo da qualsiasi inconveniente anche a installazione completata

3 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like