• Cambiare il pavimento è la soluzione più efficace per dare alla nostra casa un aspetto completamente …
  • I serramenti in PVC di nuova generazione coniugano l’efficienza con la qualità estetica e …
  • Si chiama Living Coral ed è il colore dell’anno scelto dall’Istituto Pantone per il 2019. …
  • Unopiù celebra il quarantesimo anno di attività con un catalogo nel quale sono raccolte le …
  • Shabby chic on friday: la carta da parati

    Eccoci al consueto appuntamento del venerdì dedicato allo stile shabby chic: {shabby chic on friday}

    Oggi vi parlerò della carta da parati: avevo tutt’altra intenzione ma gli imprevisti tecnici si sono accavallati per tutta la settimana, rendendo impossibile qualsiasi programmazione.

     

    Ho già parlato delle finiture delle pareti, con un accenno alla carta da parati. Oggi volevo approfondire l’argomento e mostrarvi qualche immagine. Le migliori sono rimaste nei libri e nelle riviste…ringraziamo lo scanner in sciopero 🙁 Nella casa shabby chic  le pareti sono tipicamente tinteggiate in bianco o in colori pastello e hanno una importanza relativa, fungendo da semplice quinta per i mobili, gli oggetti e le stoffe, veri protagonisti dell’arredamento. Tuttavia la stessa Rachel Ashwell ama collezionare vecchi rotoli di carta da parati e non disdegna di utilizzarli per rivestire le pareti di alcune stanze. I collezionisti di carte da parati vintage abbondano soprattutto nei paesi anglosassoni: questa foto ritrae lo studio di Marilyn Krehbiel, che colleziona carte prodotte a partire dagli anni Venti.

    Naturalmente non è tassativo tappezzare le pareti con rotoli rigorosamente vintage, anche perché molte case produttrici hanno linee  che si rifanno ai vecchi disegni, dalla classica Toile de Jouy, che risale al 1760 circa, fino alle roselline vittoriane o alle fronde con uccellini disegnati da  William Morris nell’Ottocento.

    Con la tappezzeria occorre conoscere in anticipo quali mobili e stoffe entreranno in gioco nell’arredamento delle stanze, per far sì che il tutto risulti armonico e omogeneo: lo shabby chic non ama le mescolanze  di colori, che devono essere tenui e rispettare la palette di base.

    Molto interessanti sono anche le soluzioni che contemplano un collage fatto con diversi pezzi di carte da parati, magari recuperate da campionari. Un’idea sicuramente unica ed originale è quella di incollare alla parete vecchi spartiti, pagine di libri, schizzi e disegni: non dovete necessariamente ricoprire tutte le pareti della stanza, a volte è sufficiente solo una piccola porzione per creare un effetto veramente chic e sorprendente.

    Ecco qualche immagine per ispirarvi:

    PINTEREST INSPIRATION: per altre idee c’è la mia bacheca su pinterest (clic)

    Se volete saperne di più, acquistate il libro La Magia del Bianco. Lo stile Shabby chic in Italia.

     

    A presto!

    Shabby chic on friday: porte e finestre

    Shabby chic on friday: porte e finestre View Post

    Dove volano le farfalle

    Dove volano le farfalle View Post

    Shabby chic on friday: le pareti

    Shabby chic on friday: le pareti View Post

    Una Tilda a Versailles

    Una Tilda a Versailles View Post

    Shabby chic on friday: le tre regole base …

    Shabby chic on friday: le tre regole base dello Shabby chic View Post

    Profumo di rosa

    Profumo di rosa View Post

    Cornice porta oggetti shabby chic fai da te

    Cornice porta oggetti shabby chic fai da te View Post