• Oggi vi presento Manuele Perlati founder e Ceo di Hiro, il portale del design indipendente …
  • Oggi visitiamo un duplex in stile scandi-bohème in Francia. Soluzioni interessanti su misura cui …
  • Oggi voglio parlarvi di una tendenza che mi piace molto: quella della carta da parati …
  • Il giallo mostarda, o senape, insieme ad altre gradazioni dal sapore speziato, stanno conquistando gli …
  • Interruttori wireless, cosa sono e come funzionano

    Gli interruttori wireless sono dispositivi indispensabili per rendere smart la propria abitazione, aumentare il confort e risparmiare sui consumi.

    Interruttori wireless cosa sono e come funzionano

    Interruttori, prese, ma anche caricatori USB, termoregolatori e altri dispositivi, grazie alla connessione wifi si possono controllare a distanza, tramite lo smartphone , il tablet o un assistente vocale. Agli interruttori smart si possono collegare le lampadine, gli elettrodomestici, l’impianto di riscaldamento, il sistema d’allarme, i serramenti elettrici e via dicendo. Scopriamo cosa sono gli interruttori wireless e come funzionano.

    Cosa sono gli interruttori wireless

    Gli interruttori wireless sono dei dispositivi mediante i quali si apre o chiude un circuito elettrico da remoto. In commercio esistono ormai diverse tipologie di interruttori intelligenti: dispositivi da inserire nei punti luce esistenti, interruttori e prese collegati ad un gateway o funzionanti in completa autonomia.

    Per far sì che gli interruttori wireless funzionino, è necessaria una connessione alla rete internet wifi. 

    Tramite gli interruttori e altri dispositivi, di cui vi parlerò tra poco, è possibile automatizzare la casa, completamente o parzialmente. Tutto dipende dal sistema con il quale i vari dispositivi dialogano tra loro.

    Livelli di automazione

    Esistono diversi livelli di automazione tra cui scegliere:

    • Integrazione con il vecchio impianto elettrico tramite dispositivi da inserire nei punti luce esistenti. Non necessita di un gateway o centralina di controllo, funziona con la rete wifi domestica e si controlla tramite App apposite. Questo è il sistema più semplice ed economico e permette di automatizzare alcune funzioni, come il controllo delle luci e degli avvolgibili e sistemi di oscuramento automatizzati.  
    • Impianto demotico cablato. L’innovazione tecnologica sta facendo enormi passi avanti in questo settore. Fino a poco tempo fa l’installazione di un impianto domotico richiedeva la sostituzione dei cavi elettrici, con i conseguenti disagi e costi. Oggi è possibile collegare i dispositivi all’impianto elettrico esistente semplicemente sostituendo i punti luce desiderati con i nuovi interruttori e collegarli alla rete wifi tramite una centralina, solitamente un dispositivo touchscreen.
    • Domotica wireless. Con questo sistema il vecchio impianto elettrico viene abbandonato per essere sostituito con dispositivi wireless. Il vantaggio di questo sistema è la flessibilità: interruttori e prese possono essere collocati dove si desidera, senza opere murarie. Per contro, questa soluzione è meno affidabile delle precedenti.

    Indipendentemente dal sistema, bisogna controllare il protocollo di interconnessione. Per maggiori informazioni potete documentarvi con questo articolo di elettronicanews .

    Cosa puoi fare grazie agli interruttori wireless

    Secondo il tipo di interruttore e il livello di automazione scelto, ecco tutto quello che puoi fare installando interruttori e prese wireless:

    Controllare e programmare

    • illuminazione: accensione e spegnimento, intensità (dimmer), colori (con le lampadine smart apposite)
    • elettrodomestici
    • Climatizzazione e riscaldamento
    • Impianto di allarme
    • Tende, tapparelle, cancelli motorizzati
    • Chiusura porte
    • Irrigazione
    • Gestione di contenuti audio e video, diffusione sonora

    Quale interruttore scegliere

    Il problema principale nella scelta degli interruttori è la compatibilità con terze parti, come per esempio il software dello smartphone o gli speaker vocali come Google Home, Alexa di Amazon o Siri di Apple. Per questo vi consiglio di leggere attentamente le specifiche del prodotto prima di acquistarlo, soprattutto se servirà per integrare dispositivi wireless già presenti. L’alternativa è quella di scegliere interruttori che appartengono a sistemi completi offerti da aziende leader nel settore, così da ottenere una certa uniformità estetica e avere la possibilità di integrare altri dispositivi in futuro.


    Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi, riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog, e la guida Interior Trends 2109 in regalo. Basta cliccare sul link qui sotto e inserire il tuo indirizzo e-mail:

    Christmas Home Tour. Di stelle e di candele

    Christmas Home Tour. Di stelle e di candele View Post

    L’arredo outdoor conquista gli interni

    L’arredo outdoor conquista gli interni View Post

    Cambiare il pavimento per rinnovare la casa.

    Cambiare il pavimento per rinnovare la casa. View Post

    Serramenti in PVC: belli, ecologici, efficienti

    Serramenti in PVC: belli, ecologici, efficienti View Post

    Living Coral, il colore dell’anno 2019 Pantone

    Living Coral,  il colore dell’anno 2019 Pantone View Post

    Scoprite le icone del design di Unopiù

    Scoprite le icone del design di Unopiù View Post

    Tendenze arredamento 2019: i nuovi neutri

    Tendenze arredamento 2019: i nuovi neutri View Post