La casa del futuro sarà smart, eco-sostenibile e hi-tech

La casa del futuro sarà smart eco-sostenibile e hi-tech

Quante volte ci siamo immaginati le case del futuro, pensando ad appartamenti dal design innovativo, accessori da fantascienza e servizi automatizzati?

In realtà, per sapere come saranno le case in cui abiteremo nei prossimi anni, è sufficiente dare un’occhiata all’infografica Come saranno le case del futuro, ideata da MAM Ceramiche, azienda specializzata in rivestimenti per interni, pavimenti e arredo bagno. Le caratteristiche essenziali di una casa adatta alle sfide del futuro sono tre: l’innovazione nella scelta dei materiali per i rivestimenti, il basso impatto sull’ambiente, ottenuto grazie ad accorgimenti sui consumi e sull’impiego delle materie prime, infine lo sviluppo delle smart home, le case intelligenti che aiuteranno a vivere meglio evitando sprechi.

La tecnologia al servizio dell’ambiente, in casa

Una parte dell’infografica è dedicata alla domotica, ovvero alle tecnologie che migliorano la qualità della vita in casa; questi dispositivi sono già in commercio e rappresentano una sorta di anteprima delle case in cui abiteremo in un futuro prossimo. Gli interruttori intelligenti, ad esempio, permettono di gestire al meglio l’illuminazione e l’uso degli elettrodomestici, mentre lo smart bed consente di aumentare la qualità del riposo, tramite la regolazione della consistenza del materasso, il riscaldamento del letto e la rilevazione dei movimenti durante il sonno. Il frigorifero con assistente personale è uno degli elettrodomestici evoluti più sorprendenti, perché grazie al display LCD touchscreen e al sistema connesso in Wi-Fi è possibile cercare ricette online, interpellare l’assistente vocale Alexa di Amazon e controllare cosa c’è all’interno del frigo senza aprirlo, una grande comodità che aiuta a risparmiare energia elettrica. Il mercato delle cosiddette smart home sta crescendo anche in Italia: il valore complessivo ammonta, secondo i dati del 2016, a 185 milioni di euro, un aumento del 23% rispetto al 2015. Da questo dato si evince che gli investimenti in questo comparto son o destinati a crescere e sempre più appartamenti diventeranno smart nei prossimi anni.

L’eco-sostenibilità non è un optional

C’è un aspetto che non può più essere trascurato nella progettazione di una casa: l’impatto sull’ambiente, poiché ridurre l’inquinamento è una missione a cui tutti siamo chiamati a partecipare. L’infografica mostra una selezione di materiali ideati proprio per rivestire pareti, tetti o pavimenti e accomunati dalla lunga durabilità e dalla grande versatilità. Esistono pannelli in legno massiccio a strati incrociati chiamati X-LAM, perfetti per l’isolamento termico e per le doti antisismiche; si possono impiegare ceramiche riciclate, come le Ecotech, derivate dal riutilizzo di materiali di risulta e ottime per tutti gli ambienti; si può scegliere la bio-pietra Stone Veneer, composta da una resina di poliestere e una fibra di vetro, un materiale adatto soprattutto per cucine e bagni. Non è necessario attendere a lungo per vedere questo tipo di case, poiché molti di questi materiali innovativi sono Made In Italy e alcune soluzioni di interior design sono già applicabili in specifici contesti. Le smart home, in altre parole, saranno molto più comuni di quanto si pensi.

La casa del futuro sarà smart eco-sostenibile e hi-tech infografica

Infografica: mamceramiche.it   Immagine copertina:WECA Association

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *