{DUE ITALIANE IN FRANCIA} La Crème au Chocolat

Buondì cari amici! Come state? Al freddo? Tranquilli, con l’aiuto di Paola provo a riscaldarvi un po’ con una delle sue fantastiche ricette: ecco la rubrica Due italiane in Francia con la Crème au Chocolat. Lascio la parola a Paola che vi racconta, con il suo stile inconfondibile, cosa pensa di San Valentino, dell’amore e di come la sua ricetta capiti a fagiolo! Io sono d’accordo con lei su tutta la linea, e voi?

Non sono una di quelle persone che organizza grandi cose per San Valentino, non amo festeggiare l’amore in un giorno prestabilito, quasi “obbligata” a tirare fuori dalla naftalina vecchi cliché e comportamenti dell’era del corteggiamento. Quindi niente cene al ristorante a lume di candela, niente vestiti scollati e provocanti, niente sesso scontato.

In genere il mio San Valentino passa in sordina, un giorno come gli altri. Certe volte neanche mi ricordo che è San Valentino, distratta e stancata a morte dal milione di cose da fare, incazzata nera da una giornata di lavoro frustrante, annoiata dalla routine quotidiana. E di certo non mi aspetto meraviglie o sorprese sorprendenti dal mio amore perché anche lui ha tutto il diritto di essere distratto e stanco morto dal milione di cose da fare, incazzato e annoiato.

Per carità… non sto dicendo che è così tutte le sere quando ci si ritrova al ritorno dal lavoro, ma può capitare e certe volte capita anche il 14 Febbraio (che in fondo è un giorno come un altro). Quest’anno capita di sabato, non so voi cosa fate di solito il sabato, ma il fatto di non dover andare al lavoro e di dover occuparsi della casa per me è pure peggio: spesa settimanale, pulizia della casa, lavatrici, ferro da stiro… insomma… tutto quello lasciato indietro durante la settimana.

In realtà non serve molto per festeggiare l’amore, anche non il giorno di San Valentino. Basta fermarsi a comprare una bottiglia di vino speciale per la cena. Basta fermarsi in pasticceria prima di rientrare dal lavoro. Cose facili che si possono fare più spesso di una volta l’anno. L’amore non ha bisogno di “sortir le grand jeu”, si alimenta di piccole attenzioni quotidiane, di rispetto reciproco e di tenerezze.

Ma se quest’anno avete tempo e voglia di preparare per voi e per la vostra famiglia un dessert al cioccolato dallo charme francese, vi suggerisco di provare la crème au chocolat. Un dolce al cucchiaio fatto di pochi e semplici ingredienti (proprio come l’amore).

per vedere la ricetta (clic) qui.

a presto Paola

Leave a Reply

6 Comments

  1. 06/02/2015 / 12:05

    Ciao, hai ragione, personalmente penso che non si deve attendere un giorno prestabilito, per festeggiare insieme al proprio partner.
    Durante l'arco dell'anno bastano dei semplici gesti, per ricordare quanto è prezioso stare insieme alla persona che ci capisce e ci fa star bene.
    Un dolce preparato con le proprie mani, e gustato mentre si guarda insieme un vecchio film.
    Una passeggiata in mezzo alla natura, o al mare durante le giornate invernali quando il sole fa capolino. Bisogna riuscire a ritagliarsi dei momenti, e allora la magia ci accompagnerà in qualsiasi giorno dell'anno.
    Per quanto riguarda la ricetta che hai postato, adoro la cioccolata, mi è venuta l'acquolina in bocca, penso che la proverò.
    A proposito, bellissimo il tuo blog.
    Ciao Pinella.

  2. 06/02/2015 / 13:59

    La proveró questa ricetta, buuooona!!! Anche io non mi piace festeggiare il amore solo in un giorno. Mio Sig M ogni domenica mi fa un buon cappuccino con piccolo cornetto! Questo per me è forte!!!! Prossima domenica faccio io la sorpresa- la crema!!!! Grazie!

  3. 07/02/2015 / 16:50

    bellissimo post, concordo con le tue parole…piccole attenzioni e piccole sorprese…queste alimentano l'amore!!! buon w.e. Lory

    • 13/02/2015 / 10:26

      ciao Lory, verissimo! Buon san Valentino tutto l'anno anche a te. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.