Dipingere le pareti con il color blocking

Il color blocking é una tecnica pittorica che utilizza forme geometriche di colori diversi per decorare le pareti.

Dipingere le pareti con il color blocking

Molto di tendenza da qualche anno, il color blocking continua ad essere utilizzato da architetti e interior designer per dare agli spazi una personalità unica ed un aspetto accattivante.

E’ adatto a tutti gli ambienti di casa, anche negli uffici e nei locali pubblici, e offre un ventaglio di soluzioni pressoché infinite, tra abbinamenti di colori e di forme. Si parte dal più semplice zoccolo che divide a metà le pareti in orizzontale, fino a geometrie più complesse che possono contemplare parallelepipedi e curve combinati tra loro.

Dipingere le pareti con il color blocking tono su tono

Decorazione con una tonalità dominante

Se desiderate un interno di carattere, allora il color blocking è la soluzione giusta, a patto che il lavoro sia eseguito in modo impeccabile. Per questo è importante affidarsi ad un imbianchino esperto che accetti di eseguire un lavoro così impegnativo.

Combinazioni di colori

Di fronte ad una parete vuota da decorare, scegliere la combinazione giusta di colori può essere difficile. L’essenziale è riuscire a creare un insieme armonico che non stanchi la vista e che si integri correttamente all’arredo.

Dipingere le pareti con il color blocking policromatico

Decorazione policromatica

Ogni colore, (o tonalità o tinta), viene percepito in modo diverso secondo diversi parametri, come la chiarezza e la saturazione: i colori possono risultare chiari, neutri, pastello, brillanti, vividi, tonali, scuri. Per aiutarvi nella scelta potete utilizzare un cerchio cromatico, come spiegato in questo post.

Per scegliere i colori e gli accostamenti giusti, basta seguire un paio di semplici regole:

  1. Se la parete è una quinta per diversi elementi d’arredo, scegliete uno o due colori della stessa tinta ma con chiarezza e saturazione diversi (tono su tono).
  2. Se la parete è protagonista, si possono invece creare schemi policromatici.
  3. Ricordatevi che i colori scuri “avvicinano” le pareti, cosicché lo spazio sembra più piccolo; viceversa i colori chiari “allontanano” le pareti generando un effetto opposto. Considerate quindi le dimensioni della stanza.
  4. Infine, i colori scuri assorbono la luce, mentre quelli chiari la riflettono. Valutate la luminosità della stanza e scegliete il grado di chiarezza della tinta di conseguenza.

Combinazioni di forme

Anche nel caso delle forme, ci si può sbizzarrire nel creare combinazioni all’infinito. Le più semplici sono le strisce di colore diverso, dipinte in orizzontale o in verticale. Si può scegliere di far proseguire la decorazione anche sulle porte, sul pavimento, nella stanza accanto: non avete paura di osare!

Dipingere le pareti con il color blocking

Il classico zoccolo che divide a metà la parete in altezza

Dipingere le pareti con il color blocking

Decorazione a strisce in bianco e verde

Seguono le figure geometriche regolari, come triangoli, quadrati, rombi: queste si possono dipingere al centro della parete, oppure, come nel caso delle strisce, si possono collocare in modo insolito per una soluzione originale. Si possono poi tracciare linee rette o curve per creare poligoni estesi su tutte le pareti della stanzaInfine, una maniera molto interessante quella che di usare i blocchi di colore per sottolineare porzioni di parete significative, ad esempio in corrispondenza di porte e passaggi, di mobili come letti o scrivanie, oppure per valorizzare nicchie o altri elementi architettonici.

Dipingere le pareti con il color blocking

Tecniche pittoriche

Il colore può essere steso in campiture piatte con i bordi netti, e questa è la soluzione più semplice. Se vogliamo movimentare la parete, invece, si può giocare sui bordi, come in questi esempi:

Dipingere le pareti con il color blocking

Usando la tecnica della velatura, si può ottenere un effetto simile all’acquerello, ancora più spettacolare se si sovrappongono le forme. Per la buona riuscita del progetto è fondamentale rivolgersi ad un imbianchino che sappia padroneggiare tutte le tecniche pittoriche.


Ti é piaciuto questo post? Allora non perderti i prossimi, iscriviti alla newsletter de La gatta sul tetto: niente paura, non ti inonderò di messaggi: riceverai solo una e-mail mensile che riassume i post del blog.  Basta cliccare qui e inserire il tuo indirizzo e-mail:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.