27.3.17

Arredare piccoli spazi: armonia in verde, grigio e blu




Buon lunedì! Cosa ne dite di cominciare la settimana visitando una casa arredata in modo impeccabile, in un’armonia di verde, grigio e blu, e illustrata da foto sublimi? Siamo in Svezia, a Göteborg, nella casa della stylist svedese Johanna Laskey: un appartamento di circa 70 mq in cui ogni dettaglio, dall’arredo ai complementi, fino alla palette dei colori, è curato alla perfezione. Da brava stylist Johanna non ha lasciato nulla al caso, e il risultato è un ambiente fluido e omogeneo, in cui lo spazio sembra più ampio di quanto non lo sia in realtà. L'appartamento si trova in un condominio costruito nel 1906, e conserva i caratteristici soffitti alti decorati con stucchi.
Cominciamo dall'ingresso, un corto corridoio che funge anche da spogliatoio e che da accesso alla camera da letto, al piccolo studio con cabina armadio e alla cucina, situata in fondo:



Le stanze ruotano attorno alla grande cucina, posta in fondo al corridoio e da cui si deve passare per accedere al living e al bagno: orientata a sud, è una stanza luminosissima, grazie alle piastrelle bianche lucide e alle ante in acciaio inox della cucina, che riflettono la luce. Ma il tocco di classe che rende questa cucina unica è la tappezzeria inglese Morris & Co, che riveste le pareti di fronte al piano di lavoro e dove si trova il tavolo da pranzo, un bel pezzo antico circondato da sedie Thonet e da una panca in legno dipinta di bianco. In questa stanza il grigio e il verde, i due colori che dominano la palette, si accordano perfettamente, in un dialogo armonioso tra le ante della cucina, la carta da parati dal fondo verde scuro, una vecchia lavagna e un mobile di recupero verde chiaro.



La sala, cui si accede dalla cucina attraverso un disimpegno attrezzato a libreria, è spaziosa e illuminata da due finestre, arredata con elementi dallo stile eterogeneo: un buffet bianco in stile shabby chic e un mobile gustaviano dipinto in azzurro polvere fungono da contenitori, mentre l’angolo conversazione è composto da una poltroncina in vimini, una poltrona in paglia di Vienna e un divano moderno rivestito da lino blu e sommerso da numerosi cuscini sui toni del blu e del grigio. E poi, una scala a pioli macchiata di vernice per il tocco shabby, un tavolino cinese nero per il tocco esotico e la bellissima stufa in maiolica bianca che non può mancare negli appartamenti d’inizio Novecento. Tutti questi elementi così diversi potrebbero rendere l’ambiente confusionario, ma  l’armonia dei blu e dei grigi risolve egregiamente il problema.



La camera da letto è davvero piccola, ma rivela delle vere e proprie delizie stilistiche: intanto il colore della parete, un grigio-verde delicatissimo che ora sta spopolando in molti interni; il letto in stile minimalista, con la testata sostituita dai cuscini in lino dai diversi toni dei grigio; le lampade da comodino sono un pezzo storico di design, la The BestLite disegnata nel 1930 da Robert Dudley Best.



Infine lo studio, con annessa cabina armadio, un bugigattolo di soli 6 metri quadrati pieno di dettagli poetici disposti con gusto  impareggiabile.



Idee e suggerimenti: 

il pavimento in legno è dipinto delle stesso grigio chiaro in tutta la casa, uno stratagemma che aiuta ad ampliare la percezione dello spazio.

In cucina, una cornice di legno a cappello corre lungo tutta la parete, separando le piastrelle dalla carta da parati e fornendo dei piani d’appoggio.

Elementi eterogenei per stile e finiture possono essere inseriti nello stesso ambiente purché si utilizzi una palette di colori essenziale, giocata su due tinte e sulle rispettive diverse tonalità.

Source Entrance







Share:
© La gatta sul tetto | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig