24.2.17

Come proteggere in modo efficace la tua casa


Oggi per la rubrica Smart Home vi parlerò di sicurezza domestica e degli accorgimenti che si possono adottare per proteggere la propria casa da possibili intrusioni. La casa è il luogo che custodisce i nostri affetti e i nostri ricordi più preziosi e garantirne la sicurezza è importante per vivere con serenità: purtroppo la possibilità che si verifichino delle intrusioni è molto concreta ed eludere il problema non è una soluzione.
Ogni casa è diversa per caratteristiche architettoniche e posizione: dal monolocale alla villa, dalla mansarda al seminterrato, esistono sempre dei punti deboli, vale a dire le vie d’accesso. Il primo livello di sicurezza prevede innanzitutto l’installazione di sistemi meccanici, come porte e serramenti blindati, grate e inferriate. Questi prodotti sono certificati in base a parametri di resistenza al carico statico, dinamico e manuale (RC o WK) in classi da 1 (livello più basso) fino a 6.
Tenete presente che anche la porta blindata più resistente, per essere efficace, deve avere una serratura di ottimo livello. La serratura con cilindro europeo di sicurezza e la serratura digitale biometrica, dotata di uno scanner capace di leggere le impronte digitali, sono oggi considerate le più sicure.


Anche per quanto riguarda i serramenti l’innovazione ha fatto passi da gigante, riuscendo a coniugare la sicurezza con l’estetica: grazie ai vetri blindati di nuova generazione non dobbiamo più rinunciare alle ampie superfici vetrate, mentre persiane e tapparelle blindate, pur avendo un’anima in acciaio, rispettano i criteri estetici che caratterizzano l’edificio.
Tutti i sistemi meccanici citati offrono un buon livello di sicurezza, agendo come deterrente soprattutto nei confronti dei ladri occasionali; tuttavia, per avere una sicurezza quasi totale, questi sistemi vanno integrati con un impianto di allarme professionale, soprattutto se si abita in una casa indipendente con giardino.

Gli impianti antifurto sono costituiti da una centrale che regola le varie funzioni, da rilevatori di movimento posti all’interno e/o all’esterno dell’abitazione, e da una o più sirene d’allarme.
Esistono molti sistemi antifurto sul mercato, dai kit fai da te fino a quelli integrabili con la domotica, e scegliere l’impianto giusto per la propria casa può essere complicato. Il primo consiglio che mi sento di darvi è quello di scartare il fai-da-te, rivolgendosi a installatori esperti e affidabili: trattandosi della sicurezza della propria casa, affidarsi a prodotti di scarsa qualità o a ditte non certificate potrebbe essere controproducente. 




Il secondo consiglio è quello di optare per un sistema collegato ad una centrale operativa in grado di garantire l’intervento delle forze dell’ordine in caso di effrazione, 24 ore su 24. Il motivo è semplice: lo scattare della sirena non comporta il fatto che i ladri abbandonino l’abitazione senza aver prima causato danni o senza sottrarre beni e oggetti di valore. Inoltre, è possibile integrare l’allarme anti-intrusione con dispositivi che segnalano i pericoli domestici, dall’incendio alle emergenze mediche, per una protezione a tutti i livelli.
Si consiglia quindi di affidarsi a una ditta specializzata che sia in grado di fornire i seguenti servizi:
-realizzare un piano personalizzato a seconda delle caratteristiche dell’edificio
-installare uno “smart alarm” facile da usare e intuitivo, integrabile nell’abitazione in modo discreto e curato nel design
-collegamento alla centrale operativa 24 ore su 24
-gestione a distanza e manutenzione dell’impianto.

allarme prodotto completo

Il dispositivo di sicurezza più efficace è senza dubbio l’antifurto perimetrale collegato alla centrale: grazie ai sensori di movimento installati in giardino, in cortile o in terrazzo, l’allarme scatta prima ancora che l’intruso penetri nell’abitazione, proteggendo le persone nel caso in cui si trovino in casa ed evitando danni a porte e finestre, grazie anche all’arrivo immediato delle forze dell’ordine.
Integrando l’antifurto perimetrale con i sensori interni e i sensori magnetici collocati su porte e finestre, e scegliendo un sistema di ultima generazione, dotato di telecamere incorporate ai sensori, chiavi intelligenti per il controllo degli accessi e gestibile a distanza sui dispositivi mobili tramite specifiche applicazioni, non dovremmo più preoccuparci per la sicurezza della nostra casa.

allarme notifiche app

Temete presente che, grazie al sistema wireless, i costi e i tempi per l’installazione dell’antifurto si sono notevolmente ridotti, visto che non sono necessarie opere murarie. Inoltre, anche per il 2017 sono in vigore le detrazioni fiscali del 50% sulle spese sostenute per l’installazione di allarmi e sistemi antifurto e, in alcuni casi specifici, si può usufruire dell’IVA agevolata al 10%.


SHARE:
Blogger Template Created by pipdig