2.2.16

come illuminare la camera da letto



Buondì cari amici! Oggi per la rubrica Home relooking vi parlerò di come illuminare la camera da letto. L’illuminazione è molto importante nell’arredamento e una scelta sbagliata del tipo e della disposizione dei punti luce può pregiudicare il risultato finale, non solo dal punto di vista estetico. Una illuminazione mal progettata, infatti, può rendere un ambiente poco piacevole e funzionale.
Vi avevo già parlato della zona pranzo, un ambiente dedicato alla convivialità. La camera da letto, al contrario, è il luogo più intimo della casa, dedicato al riposo e al relax.

credit//anyhomedecor.com


Bando all’illuminazione intensa, dunque, e a qualsiasi soluzione che provochi abbagliamento: da evitare faretti alogeni e lampadari a soffitto, che annullano l’effetto riposante che desideriamo.
Il mio consiglio è quello di prevedere molteplici punti luce che ci consentano di creare diversi effetti e di dosare l’illuminazione secondo le esigenze. Una buona soluzione per ottenere una illuminazione versatile, è quella di inserire un Dimmer (variatore di intensità) nelle prese elettriche cui vanno attaccate le lampade, oppure direttamente al posto dell’interruttore generale.
I punti luce indispensabili sono quelli ai lati del letto, che in alcuni casi possono essere l’unica fonte di luce: potete scegliere lampade da appoggio o appliques, secondo i vostri gusti.



Photo by me


credit//Elle Maison

Credit//www.lifebymile.se

Se proprio volete un terzo punto luce per illuminare altre zone della camera da letto, magari nel caso si tratti di una stanza grande, potete utilizzare una piantana o anche una luce a soffitto, seguendo sempre la regola della bassa intensità della lampada e della buona schermatura. Una soluzione molto in voga è la ghirlanda di lampadine, molto scenografica e adatta anche per la camera da letto dei bambini.


credit//www.bjurfors.se
credit//sugarandcloth.com


credit// draumesider.blogspot.fr


Passando alla stanza per i più piccoli, valgono le stesse regole citate sopra, anche se bisogna tener presente che la stanza dei bimbi è più vissuta rispetto a quella degli adulti, in quanto è anche spazio di gioco e di studio. Prevedete quindi un lampadario a soffitto ben schermato che penda dal soffitto il più possibile per illuminare la zona giochi, e lampade direzionabili per la scrivania.
Perfette per i bimbi più piccoli le lampade a forma di animali o pupazzi, che possono essere lasciate accese tutta la notte per accompagnare il sonno del bebè in dolcezza.

credit//jordgubbarmedmjolk.blogspot.fr
credit//www.mittlillehjerte.com



Infine, per illuminare cassettiere e armadi, prevedete una abat-jour sulla cassettiera e le comodissime strisce di luci a led che si possono installare ovunque con poca spesa.
Una raccomandazione tecnica:  ricordatevi di scegliere lampadine a luce bianca calda, che viene percepita come morbida, avvolgente e positiva!
Un ultimo aspetto da tenere presente nella scelta della lampada è lo stile:  in questo senso vale la pena di valutare l’acquisto di lampade di design, che uniscono un forte valore estetico alla qualità dei materiali e alla funzionalità. Oggi il design è tornato in voga ed esistono innumerevoli shop on line dove potete trovare bellissime collezioni di lampadari, con tanto di immagini dettagliate e schede tecniche per valutare comodamente l'acquisto da casa. 

A presto!

Cinzia
Share:
© La gatta sul tetto. Interior design blog | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig