27.1.16

I tesori dell'Ile-de-France: Chantilly e il suo castello


La regione dell’Ile-de-France è la meta ideale per chi vuole scoprire uno degli scrigni più preziosi del patrimonio storico e culturale francese. Incastonati nei paesaggi che fecero da musa ai più grandi pittori impressionisti, vi sono numerosi siti culturali, pronti ad accogliere i visitatori con monumenti di incommensurabile valore e storie avvincenti.
Chantilly è indubbiamente una delle mete più interessanti. 

Source: www.domainedechantilly.com

Non per l'omonima crema che, in realtà, ha ben poco da spartire con la località, ma per la presenza di uno dei maggiori poli culturali d'Europa. Si tratta dello Château de Chantilly, uno dei più suggestivi castelli presenti sul suolo francese. La costruzione, risalente al XIV secolo, sorge nel cuore di un parco dall'estetica di forte impatto, fatto di un dolce alternarsi di oasi verdi, canali e laghetti artificiali, a loro volta incorniciati da un'elegante distesa boschiva. In questo scenario, la struttura cattura l'attenzione con la sua estetica dal gusto medievale, caratterizzata da elementi architettonici in stile gotico e un gran numero di sculture. 
All'interno, gli ambienti si dividono fra i Grandi Appartamenti, contraddistinti dagli sfarzosi stilemi decorativi tipici del Rococò, e i Piccoli Appartamenti, dallo stile più sobrio e moderno. 


 

Chambre du duc//Credits Sophie Lloyd
Chambre de la duchesse//Credits Sophie Lloyd






Nonostante l'immensa bellezza della struttura, la vera punta di diamante del castello è costituita dal prestigioso allestimento museale presente fra le sue mura: il Musée Condé, ovvero uno dei maggiori centri espositivi della Francia, secondo solo al Louvre per importanza. La sua illustre collezione d'arte, rimasta immutata dall'apertura del museo, è conosciuta in tutto il mondo per l'elevato numero di capolavori della pittura italiana e francese, tra cui spiccano i grandi nomi di Raffaello, Botticelli, Jacopo Palma il Vecchio, Guercino, Veronese, Delacroix,  Théodore Géricault e  Théodore Rousseau. Di spicco internazionale è anche la raccolta di manoscritti medievali, che custodisce le “Très riches heures” del Duca di Berry, ovvero il più famoso codice miniato medievale.

Très riches heures//Credit Bibliothèque Château de Chantilly
Madone de la maison d'Orléans//Raffaello//Credit Musée Condé

Come arrivare

Chantilly si trova nel cuore della Valle dell'Oise, a circa 50 chilometri a nord della capitale francese. Il modo più comodo per arrivare a destinazione, dall'Italia, è offerto ovviamente dai voli per Parigi, disponibili nei database di Expedia Italia e altri portali di viaggio on line. Una volta atterrati nella capitale francese, basta prendere la linea D1 (verde) del servizio tranviario RER, che in circa 45 minuti conduce alla stazione di Chantilly-Gouvieux, ubicata a circa 15 minuti a piedi dal Castello. 

{Guest post sponsorizzato}
Share:
© La gatta sul tetto | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig