la cucina economica, una scelta di stile

Quanti di voi ricordano la cucina della nonna, quella in ghisa smaltata per intenderci? Io la ricordo bene, soprattutto per il profumo dell’arrosto o della torta di mele, che mi sembrava più intenso. Sto parlando della cucina economica, chiamata così perché con lei si faceva tutto: si cuoceva il cibo, si scaldava la casa, si faceva bollire l’acqua per il bucato, si stendevano i panni: era molto più di una semplice cucina.

Se volete scoprire tutti i segreti delle cucine economiche, come funzionano e quale scegliere, leggere il mio post su Gushmag (clic)

Intanto eccovi un’anteprima…

credits//agaliving.com

Leave a Reply

8 Comments

  1. 18/03/2015 / 9:46

    Sono felice allora di aver fatto una scelta oltre che di sentimento legato appunto ai miei ricordi, anche di stile, un saluto Silvia

  2. 19/03/2015 / 16:05

    Eccome se me la ricordo Cinzia, e ricordo ancora quando se ne andò dalla cucina di casa mia. Non so perchè, forse perchè già avevo "l'animo antico", mi misi a piangere. Non so cosa darei per averne una….ok, se vinco la schedina e mi faccio un bel casale, sarà il primo acquisto. Un abbraccio cara. Paola

    • 23/03/2015 / 8:16

      …quando ci si affezionava a cose che duravano in eterno…bei tempi! BAci

  3. 22/03/2015 / 7:36

    Molto bella….. sono tornata indietro con gli anni…. ne aveva uno mia zia smaltata bianca con fiorellini azzurri … restavo ore a contemplarla da piccolina!!!
    La consideravo una cosa magica proprio perché era risolutiva per diverse cose, mi affascinava molto l'idea che ci si potevano asciugare i panni, soprattutto i calzettoni di zio Peppe, quelli che indossava per i lavori in campagna o per le uscite di caccia !!!
    Nadia

  4. 22/03/2015 / 15:35

    La mia cucina dei sogni, bianca, lampade industriale, mattoni, le porte del forno stilo vintage, non manca niente.

    Saluti
    Eliza Rocha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *