3.3.14

{2 italiane in Francia} Gratin Dauphinois



Buon inizio settimana! Oggi con la rubrica Due Italiane in Francia torniamo in cucina con un'altra ricetta francese, un classico di cui Paola ci svelerà tutti i segreti, non solo culinari....Lascio la parola a Paola e al suo gratin Dauphinois.




Perché chiamiamo Delfino l'erede al trono o, più in generale, al comando?


Ora... non è che voglio fare una lezione ma sapere che la città francese dove vivo è legata a doppio filo con questa definizione mi da il dovere morale di diffondere questa conoscenza :D

Se non ve ne frega niente lo capisco, potete saltare queste righe e passare direttamente alla ricetta del gratin dauphinois, che vuol dire gratin del delfinato, guarda caso, e che è tipica della regione francese Rhone Alpes, guarda caso. E' un semplice gratin di patate, dell'erede al trono.

Come sempre tutto comincia per caso. Nel XII secolo Grenoble passa sotto il comando dei conti di Albon che avevano il titolo di Delfini. All'epoca era solo un titolo e non significava niente. Ma ad un certo punto la dinastia dei delfini si estingue e l'ultimo della casata decide di vendere il suo feudo al re di Francia. Era il 1349 e da allora in poi il re Francia manda il suo pargolo erede al trono a farsi le ossa da queste parti per cominciare a comandare. Ed ecco perché oggi, per noi, il delfino è l'erede al comando.

E che c'entra Grenoble con l'inizio della rivoluzione francese? Venite a trovarmi qui (http://www.diariodicucina.it/gratin-dauphinois/ ) e vi dirò tutto, anche la ricetta.





Io e Paola vi diamo appuntamento al prossimo post


Au revoir!



.
Share:
© La gatta sul tetto. Interior design blog | All rights reserved.
Blog Design Handcrafted by pipdig