Peperoni alla Bagna Cauda

Buon lunedì! Cosa ne dite di cominciare la settimana con una ricetta? I peperoni alla bagna cauda.

Passando da Carmagnola ho acquistato i famosi peperoni, una delle eccellenze agroalimentari del nostro Paese. Ho deciso di preparare i peperoni alla bagna cauda, una delle ricette più famose della cucina piemontese.

Io ho utilizzato un vasetto di Bagna Cauda già pronta, regalo della mia amica Mari, ma potete provare a prepararla seguendo la ricetta, molto semplice e veloce.

Ingredienti:

2 peperoni rossi

2 peperoni gialli

200 g di acciughe sotto sale

4 spicchi d’aglio

250 g di olio evo circa

50 g di burro

1 tazza di latte

Preparazione peperoni:

mettete i peperoni interi sotto il grill del forno, girandoli di tanto

in tanto, finché la pelle diventa scura, quasi carbonizzata.

Lasciateli intiepidire e poi togliete la pelle.

Tagliate i peperoni a strisce, togliete i semini e metteteli in caldo.

Preparazione della Bagna Cauda:

per prima cosa mettere gli spicchi d’aglio schiacciati a bagno nel latte 

per circa due ore.

Pulite le acciughe sotto sale, raschiandole con un coltellino e togliendo

la lisca.

In un pentolino fate sciogliere il burro a fuoco bassissimo, scolate e tritate l’aglio

e unitelo al burro, lasciando che si disfi: non bisogna lasciare che l’aglio prenda

colore.

Infine, unite l’olio e le acciughe.

A questo punto la salsa deve sobbollire a fuoco bassissimo per circa 10 minuti.

Mescolate spesso per far sciogliere le acciughe e far si che gli ingredienti

si amalgamino bene. Se occorre aggiungete altro olio evo.

Presentazione:

disponete le listarelle di peperoni in un piatto di portata o in 

una terrina e irrorateli con la salsa ben calda.

Servire subito.

La guarnizione di capperi è facoltativa e non proprio “ortodossa”.

Vino:

si consiglia di abbinare un Dolcetto d’Alba

Per chi ama i sapori forti e decisi questo è un piatto da leccarsi i baffi!

Buon appetito!

Leave a Reply

11 Comments

  1. 14/10/2013 / 7:18

    E' mattino, ho già fatto colazione e mi fai venire fame…tutto detto!
    Sono contenta che ti sia piaciuta
    baci
    Mari

  2. 14/10/2013 / 7:52

    Quando vado a Pinerolo dai miei cognati ….la bagna cauda e' un piatto che mi viene preparato spesso …perché mi piace molto!!!!!!
    Peccato che da questa mattina abbia iniziato la dieta!!!!!!!!!
    Ciaoooo e buona settimana!
    Paola

  3. 14/10/2013 / 11:00

    Mai assaggiata! Ma dall'aspetto è molto invitante!!! La proverò seguendo passo passò la tua ricetta.
    Dany

  4. 16/10/2013 / 14:00

    Le tue ricette devono avere un dono speciale…
    Al momento la tua bellissima cheescake, pinnata a dovere, è una delle cose che ha più successo sul mio Pinterest!
    Da provare
    Un abbraccio cara
    Silvia

  5. 16/10/2013 / 20:15

    Prontaaaaa, e ti pare che io mi perda questa ricetta Cinzia? Ma come l'è che non la conoscevo..ahi ahi ahi…gravisssssimo, urge provarla. Grazie mille per averla condivisa con tutte noi. Un super smack Cinzia e mi raccomando….."sempre duri, sempre tenaci, mai arrendersi……pensare positivo oltre ogni limite!" Paola

  6. 17/10/2013 / 20:04

    Chi ben comincia è già a metà dell'opera, dice il detto. Tu hai iniziato veramente beneeee. Un caro saluto Emanuela

  7. 17/10/2013 / 21:21

    da vera piemontese, posso solo dire: favolosi!! infatti a breve una bella bagna caoda con tutte le verdure invernali: cavoli, barbabietole,sedano, finocchi, belga, cardi ….che bello sarebbe condividerla. E' un piatto unico per grande tavolate tra amici.

  8. 21/10/2014 / 13:50

    I peperoni con la bagnacauda non mancano mai sulla mia tavola! Sono ottimi come antipasto.
    Un trucco che ho imparato tribolando a pelare i peperoni: Per intanto utilizzare peperoni belli spessi e freschissimi, possibilmente appena colti, passarli interi nel microonde a piena potenza per 8/10 minuti, chiuderli in un sacchetto di nylon e lasciarli raffreddare completamente prima di pulirli pelarli: manterranno una certa croccantezza e si peleranno molto più facilmente che sotto al grill.

    Se poi la bagnacauda si fa con tutto burro anzichè con l'olio EVO si può ottenere una meravigliosa crema spalmabile per tartine molto particolari.

    • 22/10/2014 / 8:13

      ciao Nik! Che piacere risentirti…e grazie per questi suggerimenti preziosi!
      un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *