10.9.12

Il Macef delle meraviglie


Buon inizio settimana cari amici. Venerdì ho passato una giornata al Macef, il Salone internazionale della casa riservato gli operatori. E poi una concentrazione di mobili e complementi d'arredo, decorazioni per tutti i gusti, dallo shabby chic all'industrial chic passando per il french chic e il country, tra molti dejà vu e qualche novità:


Quando avevo il mio negozio, tanti anni fa, per me era un appuntamento fisso.
Prima che fosse costruito il nuovo polo fieristico a Rho, il Macef si teneva nell'area della vecchia Fiera in centro: ricordo che da adolescenti si aspettava il mese di aprile, quando c'era la fiera campionaria, per passare la giornata tra gli stand, curiosare e soprattutto fare amicizia con i ragazzi...ehehehe...bei tempi!
Già allora mi sembrava tutto grandioso: non c'era un'unica costruzione ma diversi padiglioni disposti come in una città, con un viale principale e altre strade a lato.
Il nuovo polo, progettato dall'architetto Massimiliano Fuksas, è molto più grande, gli spazi sono distribuiti in modo più razionale e tutta la struttura trasmette una sensazione di leggerezza.
Dopo questo preambolo, passo a mostrarvi alcune delle cose che ho visto nel padiglione dell'home decor: vi assicuro che una giornata non basta e sicuramente qualcosa mi è sfuggito, ma mi sono divertita così tanto che non volevo più andarmene, nonostante la stanchezza!
Le foto sono fatte con l'iPhone e poi, per renderle un po' più carine mi sono sbizzarrita con i filtri di Instagram...a proposito, saluto le amiche di Instagram che hanno già visto il mio "reportage".
Le luci in fiera sono il peggio che si possa trovare per fare foto: angoli poco illuminati e faretti a spot che si alternano in pochi metri quadrati.
Per prima cosa mi hanno colpita alcuni stand: quello di Dialma Brown costruito con due containers sovrapposti (immaginate l'altezza) 


Cheoma ha ricostruito un ambiente in ferro e vetro di gusto ottocentesco


mentre Blanc MariClò ha esposto in questa veranda dal sapore nordico le decorazioni Natalizie



prima lo stand che mi è piaciuto di più, quello di fiorirà un giardino







Blanc MariClò



E poi Cheoma


di Lorenzon ho scelto la linea industrial


la cucina Country chic e le scatole romantiche di Amadeus




La chicca l'ho scoperta alla fine, quando stavo per uscire, trascinandomi verso l'uscita ormai sazia
e anche un po' ubriaca:








Ma di Loro vi parlerò in un altro post...

Baci
Cinzia
SHARE:
Blogger Template Created by pipdig