mercoledì 2 settembre 2015

Expo Milano 2015: i padiglioni più quotati



Expo compie quattro mesi e si cominciano a delineare le classifiche dei padiglioni più quotati: il più bello, il più divertente, il più visitato...Chissà quale tra questi padiglioni sarà la futura Tour Eiffel? Certo è ancora presto per saperlo, anche perché alcuni saranno smontati per sempre.
Per ora possiamo affidarci alle classifiche dei migliori padiglioni per design e qualità architettonica, e non mancano le sorprese. Leggete il mio post su Gushmag (clic) e scoprirete quali sono i padiglioni che potrebbero lasciare il segno.































Ph Massimo Felici

venerdì 14 agosto 2015

Un luogo selvaggio: la Réserve des Monts d'Azur


Buondì cari amici. Oggi vi porto a visitare un altro luogo magico: dopo i lupi del Mercantour eccovi i bisonti e i cavalli selvatici della Réserve des Monts d'Azur. 
Siamo sempre a circa un'ora da Nizza (dipende dal traffico): dopo aver superato un notevole dislivello si giunge su un altopiano verde e selvaggio a circa 1100mt d'altitudine.
Subito la temperatura diventa sopportabile, e perfino sostare al sole è piacevole...Si affaccia anche qualche timida nuvoletta, una rarità quest'estate, tanto che quasi non mi ricordavo come son fatte.

La Riserva ha una storia interessante: il sito accoglieva una fattoria tipicamente provenzale (mas) del XVI sec., in seguito trasformata in colonia per le vacanze.  Nel 2000 la proprietà venne acquistata da un veterinario, Patrice Longour, che decise di accogliere alcune specie europee minacciate d'estinzione: il bisonte europeo per esempio, lo stesso che i primitivi veneravano e temevano, lasciando splendide raffigurazioni sulle pareti delle grotte.

Visti da lontano, non fanno poi tanta impressione questi bisonti, ma se pensate che un maschio adulto è alto 1,80m e pesa circa una tonnellata, allora si capisce perché la guida non ci ha fatto avvicinare più di tanto. Peccato non avere un bel teleobiettivo!
Deliziosi mamma e cucciolo...sempre a rispettosa distanza!

E poi i cavalli di Przewalski, piccoli e dal carattere talmente bizzoso da dar del filo da torcere ai bisonti, anch'essi discenti dei nobili abitanti preistorici d'Europa e Asia e protagonisti di rappresentazioni in almeno 610 grotte tra Francia, Spagna, Italia. Io li trovo bellissimi...e che dire del puledrino ben protetto dalle giumente?


Nella riserva hanno trovato casa anche molte altre specie meno minacciate, come cervi, camosci, stambecchi, cinghiali e rapaci... Per vederli occorre salire verso il bosco di conifere, visto che questi animali hanno molta paura degli umani, dato che finiscono spesso e volentieri in casseruola...
Ho preso qualche immagine ma, anche qui, avrei voluto un tele! Guardate tra gli alberi, forse riuscite a distinguere il cervo a sinistra (davvero notevole, con i palchi al massimo dello sviluppo) e la sagoma del bebè cinghiale nella foto successiva, al centro.

E ora qualche veduta  della riserva, che ospita un bellissimo lago e molte specie di fiori e piante. Va detto che l'intervento umano nei confronti degli animali è ridotto ai minimi termini: alimentazione, riproduzione, e tutte le fasi della loro vita si svolgono naturalmente. Il fondatore della riserva ha lavorato in Botswana, battendosi per la protezione del delta dell'Okavango, dunque gli animali, almeno qui, possono stare tranquilli...

Per informazioni:
www.haut-thorenc.com  (sito in francese e inglese)

Aperto tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 18.00, è preferibile prenotare on line.

L'escursione è a piedi (1h30 con guida) o in calesse, sono previste 6 partenze al giorno.
Non è possibile entrare non accompagnati.

In estate il prezzo comprende, oltre all'escursione, il pranzo a buffet nel ristorante della riserva... Copioso e gustoso, servito da una coppia calorosa e accogliente.
Noi abbiamo provato le lasagne, davvero buone, e il cuoco ha chiesto il nostro parere di esperti...in quanto italiani.
Anche per i desserts omaggio all'Italia; bicchierini con panna cotta (naturale, alla menta, alla nocciola...) tiramisu, e poi torte e frutta, una festa!

Con questo post vi saluto e vi auguro buon Ferragosto!

Cinzia





lunedì 3 agosto 2015

Guest Post: mobili in stile classico di qualità


Recentemente sono stata contattata da Davide della Zanini Mobili, che mi ha proposto di ospitare  un articolo sui mobili prodotti dall'azienda. 
Molti lettori mi chiedono dove poter acquistare mobili in stile shabby chic, e spesso questa domanda mi ha messa in difficoltà, visto che, da estimatrice di questo stile, privilegio i mobili autentici o decapati e decorati con le proprie mani.
Tuttavia non tutti hanno a disposizione vecchi mobili della nonna, oppure il fai da te non rientra nelle attività preferite, così quando ho visto il catalogo di Zanini ho trovato la risposta giusta.
Lascio parlare Davide, sperando di fare cosa gradita a tutti coloro che sono in cerca di un mobile in stile di qualità.



Se si desidera acquistare dei mobili in stile classico di qualità, è possibile fare riferimento ad un'azienda molto rinomata quale Zanini Mobili, ditta che ha sempre dimostrato, nel corso della sua lunga storia, di avere un riguardo molto particolare nei confronti degli arredi tradizionali.
Zanini Mobili è un'azienda che nasce in Veneto nel lontano 1980, e che oggi vanta ben 3 magazzini situati esattamente a Verona, Padova e Vicenza.




La qualità e la solidità dei prodotti sono stati certamente la chiave del successo di questa realtà imprenditoriale, ma non bisogna dimenticare il fatto che Zanini Mobili assicura, per ogni suo articolo, la pronta consegna, grazie alla disponibilità immediata in magazzino.
Le proposte di Zanini Mobili sono estremamente variegate e sfogliando i cataloghi dell'azienda è possibile individuare elementi d'arredo ideali per arredare qualsiasi ambiente, dal soggiorno alla zona notte, fino all'ufficio.

Zanini Mobili, infatti, produce e commercializza cristalliere, credenze, tavoli, tavolini, sedie, porta TV, porta computer, scrivanie, armadi, cassettiere, componibili, cassapanche, lampade e molto altro ancora.
Tra le proposte, inoltre, vi sono anche i mobili grezzi, degli elementi d'arredo dalla qualità analoga a quella dei mobili finiti, con la significativa differenza di essere privi di verniciatura e di rifiniture, dunque adatti a chi desidera provvedere autonomamente alla loro decorazione.

Tutte le creazioni di Zanini sono progettate all'insegna della massima professionalità e nel pieno rispetto dello stile tradizionale, ed il design classico, nelle collezioni dell'azienda, viene declinato in tantissime forme diverse.
Tra i mobili in stile classico di Zanini Mobili vi sono anzitutto dei bellissimi modelli Vintage, elementi d'arredo dall'aspetto molto prestigioso e raffinato, chiaramente improntato all'eleganza tipica del design Retrò.



Non mancano, tra le proposte dell'azienda, stili classici meno impegnativi, quali il rustico, varianti più originali, come i modelli in stile etnico, e gli immancabili modelli in arte povera, mobili abbinabili in modo molto flessibile ed in cui il legno recita un ruolo da assoluto protagonista.
Un design da sempre molto apprezzato, finemente valorizzato da Zanini Mobili, è inoltre quello dei mobili Shabby Chic, uno stile dalla forte personalità e dalla chiara impronta classica, ispirata al design Retrò, ma con un aspetto piuttosto vivace ed informale.



Nello Shabby Chic è certamente il bianco il colore predominante, e non sono affatto rare delle raffinate decorazioni colorate, come ad esempio quelle, gettonatissime, a tema floreale.
Insomma, Zanini Mobili è una vera icona per quel che riguarda l'arredamento classico e la bellezza dei mobili tradizionali è esaltata all'insegna della qualità e della cura di ogni dettaglio tanto nei mobili dall'assetto più imponente quanto nei più piccoli complementi d'arredo. Tutti i mobili presenti nei cataloghi, inoltre, possono essere impreziositi e personalizzati tramite svariate tipologie di elementi accessori. 


Davide